Sei un neo diplomato e hai voglia di metterti alla prova con un percorso di formazione e lavoro di 12 mesi nella Pubblica Amministrazione?

Noi stiamo cercando proprio te.

Puoi contattarci subito. Ma prima scopri chi siamo e cosa ti chiediamo.

Il Comune di Bollate è un Ente pubblico locale la cui mission è quella di promuovere e valorizzare la città e il suo contesto territoriale con l’obiettivo di offrire servizi e fornire risposte puntuali ed esaurienti ai propri cittadini.

Il Comune di Bollate appartiene alla città metropolitana di Milano, conta 36.707 abitanti e un’estensione di 13 kmq di territorio, con una densità abitativa di 2.819 ab/kmq.

I dipendenti del Comune di Bollate sono 161 così suddivisi: 1 Operatore, 54 Operatori Esperti, 72 Istruttori, 30 Funzionari, 31 Dirigenti, 1 Segretario Generale.

L’attuale struttura organizzativa del Comune prevede:

  • il Segretariato generale;
  • 3 Aree Dirigenziali e 6 Servizi ;
  • La struttura autonoma Fund Raising, Transizione Digitale e Coordinamento P.N.R.R.;
  • La Struttura autonoma Corpo di Polizia Locale e Protezione Civile,

Ecco l’organigramma complessivo del Comune di Bollate

Selezione aperta per giovani dai 18 ai 32 anni, per le seguenti posizioni del Comune di Bollate:

  • Istruttore Tecnico del Servizio Lavori Pubblici
  • Istruttore Informatico del CED

 La formazione sarà di 12 mesi, al termine dei quali il rapporto di lavoro potrà trasformarsi in un incarico a TEMPO INDETERMINATO!

Posizione: Istruttore Tecnico

Titolo di studio: Diploma di maturità tecnica (geometra; perito edile; perito industriale in edilizia; tecnico Costruzioni Ambiente e Territorio C.A.T).

Competenze e requisiti: oltre a specifiche conoscenze nelle discipline concernenti l’Area Tecnica dei Lavori Pubblici, deve avere buone capacità relazionali che significa essere capace di instaurare e mantenere rapporti cordiali con il proprio responsabile, con i propri collaboratori e con i cittadini che accedono ai servizi.

Serve autonomia nell’organizzazione del proprio lavoro e intraprendenza: capacità di organizzare e pianificare le proprie attività sulla base delle risorse a disposizione, comprendendo le priorità e/o stabilendo priorità in una sequenza logica di causa-effetto. Chiediamo anche propensione all’aggiornamento normativo continuo, capacità di problem solving, buone competenza informatiche nell’uso dei più diffusi software di scrittura e calcolo e una spiccata attitudine all’apprendimento dell’uso di software gestionali.

Fondamentale la flessibilità operativa, intesa come capacità di comprendere e apprezzare i punti di vista diversi o opposti ai propri, di adattarsi alle nuove situazioni e di cambiare o accettare facilmente i cambiamenti dell’organizzazione o dei doveri della mansione.

Posizione: Istruttore Tecnico Informatico

Titolo di studio: Diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quinquennale) di Perito in Informatica e Telecomunicazioni oppure Diploma di maturità scientifica indirizzo scienze applicate

Competenze e requisiti: deve avere specifiche conoscenze nei concetti e tecniche di reti LAN/WAN/networking, nella configurazione PC (win10/11), stampanti di rete, negli strumenti di Office Automation e nei Dispositivi Android e IOS. Inoltre nei Sistemi operativi Windows, Linux Debian (o Ubuntu), Linux CentOs, nei Sistemi operativi server Windows e Linux, nelle Architetture e protocolli di rete, cloud computing e ambienti virtuali VMware vSphere. Deve avere conoscenze sistemistiche e dei database relazionali: SQL server e Postgres, nozioni di sicurezza (gestione Firewall Watchguard, backup/restore, antivirus BitDefender Endpoint Security, policy, etc.). Deve occuparsi di aggiornamenti e assistenza di primo livello su applicativi gestionali  in uso all’Ente e gestione caselle PEC e firme digitali.

Sono necessarie buone capacità relazionali, ovvero la capacità di instaurare e mantenere rapporti cordiali con il proprio responsabile, con i propri collaboratori e con i cittadini che accedono ai servizi. Serve autonomia nell’organizzazione del proprio lavoro e intraprendenza: capacità di organizzare e pianificare le proprie attività sulla base delle risorse a disposizione, comprendendo le priorità e/o stabilendo priorità in una sequenza logica di causa-effetto. Inoltre, la propensione all’aggiornamento normativo continuo, capacità di problem solving su problemi di media complessità, in un ambito specializzato di lavoro. Deve avere adeguata flessibilità operativa, intesa come capacità di comprendere e apprezzare i punti di vista diversi o opposti ai propri, di adattarsi alle nuove situazioni e di cambiare o accettare facilmente i cambiamenti dell’organizzazione o dei doveri della mansione.

Posizione: Istruttore Tecnico

Inquadramento: Area Professionale Istruttori – CCNL Funzioni Locali

Area Dirigenziale di destinazione: Gestione del Territorio

Servizio di destinazione: Lavori Pubblici e Ambiente

Descrizione posizione e principali compiti: la persona che cerchiamo ha diversi compiti:

  • contribuisce alla progettazione attraverso l’attività di analisi, di rilievi, etc. del patrimonio immobiliare, delle infrastrutture viarie, di interventi di riqualificazione urbana;
  • contribuisce alla progettazione esecutiva di intervento per la costruzione e manutenzione di opere e infrastrutture. In altre parole: cura la manutenzione di opere, infrastrutture ed impianti; contribuisce alla definizione delle specifiche tecniche per la realizzazione di progetti, stabilisce quantità e qualità dei materiali da utilizzare, identifica i costi da sostenere; elabora disegni in formato CAD e tavole inerenti progetti di natura urbanistica ed edilizia e progetti di manutenzione e installazione; elabora computi metrici estimativi e capitolati tecnici relativamente ai progetti da realizzare; cura la preparazione dei progetti verificandone la rispondenza alle norme edilizie in vigore, valutando stato di avanzamento e qualità del realizzato;
  • cura l’esecuzione dei lavori all’interno dei cantieri, verifica la contabilità dei lavori;
  • cura la preparazione delle pratiche assegnate e predispone gli atti necessari;

Descrizione delle competenze e dei requisiti richiesti: oltre a specifiche conoscenze nelle discipline concernenti l’Area Tecnica dei Lavori Pubblici, deve avere buone capacità relazionali che significa essere capace di instaurare e mantenere rapporti cordiali con il proprio responsabile, con i propri collaboratori e con i cittadini che accedono ai servizi.

Serve autonomia nell’organizzazione del proprio lavoro e intraprendenza: capacità di organizzare e pianificare le proprie attività sulla base delle risorse a disposizione, comprendendo le priorità e/o stabilendo priorità in una sequenza logica di causa-effetto. Chiediamo anche propensione all’aggiornamento normativo continuo, capacità di problem solving, buone competenza informatiche nell’uso dei più diffusi software di scrittura e calcolo e una spiccata attitudine all’apprendimento dell’uso di software gestionali.

Fondamentale la flessibilità operativa, intesa come capacità di comprendere e apprezzare i punti di vista diversi o opposti ai propri, di adattarsi alle nuove situazioni e di cambiare o accettare facilmente i cambiamenti dell’organizzazione o dei doveri della mansione.

Posizione: Istruttore Tecnico Informatico

Fund Raising, Transizione Digitale e Coordinamento P.N.R.R.

C.E.D.

Diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quinquennale) di Perito in Informatica e Telecomunicazioni oppure diploma di maturità scientifica indirizzo scienze applicate;

Inquadramento: Area Professionale Istruttori – CCNL Funzioni Locali

Area Dirigenziale di destinazione: Fund Raising, Transizione Digitale e Coordinamento PNRR

Servizio di destinazione: CED

Descrizione posizione e principali compiti: la persona che cerchiamo ha diversi compiti:

  • cura le pratiche che rientrano nelle funzioni, comportanti un certo grado di complessità, e predispone gli atti necessari nel rispetto delle specifiche norme di riferimento;
  • è responsabile dell’attuazione del monitoraggio e sorveglianza delle attività che gli sono state affidate;
  • cura, la raccolta, la conservazione di atti, documenti, aventi rilevanza per lo specifico servizio a cui è addetto e ne effettua la corretta archiviazione digitale;
  • collabora alla realizzazione degli obiettivi specifici del servizio per le attività a lui assegnate dal Responsabile, suggerisce eventuali migliorie e adeguamenti al sistema informativo gestionale.
  • risponde alle richieste di supporto avanzate dagli uffici dell’Ente per mantenere il corretto funzionamento dei dispositivi informatici, della rete, delle piattaforme e dei programmi gestionali;
  • mantiene l’aggiornamento con il responsabile in merito alle priorità sulle attività da svolgere per garantire il costante funzionamento dei dispositivi, reti, applicativi gestionali dell’Ente e per monitorare ed evitare eventi di data breach;
  • mantiene efficiente il materiale assegnato all’unità operativa e ne cura il monitoraggio, le assegnazioni e la catalogazione;
  • cura, se delegato, le attività di confronto con i fornitori degli applicativi gestionali.

Descrizione delle competenze e dei requisiti richiesti: deve avere specifiche conoscenze nei concetti e tecniche di reti LAN/WAN/networking, nella configurazione PC (win10/11), stampanti di rete, negli strumenti di Office Automation e nei Dispositivi Android e IOS. Inoltre nei Sistemi operativi Windows, Linux Debian (o Ubuntu), Linux CentOs, nei Sistemi operativi server Windows e Linux, nelle Architetture e protocolli di rete, cloud computing e ambienti virtuali VMware vSphere. Deve avere conoscenze sistemistiche e dei database relazionali: SQL server e Postgres, nozioni di sicurezza (gestione Firewall Watchguard, backup/restore, antivirus BitDefender Endpoint Security, policy, etc.). Deve occuparsi di aggiornamenti e assistenza di primo livello su applicativi gestionali  in uso all’Ente e gestione caselle PEC e firme digitali.

Sono necessarie buone capacità relazionali, ovvero la capacità di instaurare e mantenere rapporti cordiali con il proprio responsabile, con i propri collaboratori e con i cittadini che accedono ai servizi. Serve autonomia nell’organizzazione del proprio lavoro e intraprendenza: capacità di organizzare e pianificare le proprie attività sulla base delle risorse a disposizione, comprendendo le priorità e/o stabilendo priorità in una sequenza logica di causa-effetto. Inoltre, la propensione all’aggiornamento normativo continuo, capacità di problem solving su problemi di media complessità, in un ambito specializzato di lavoro. Deve avere adeguata flessibilità operativa, intesa come capacità di comprendere e apprezzare i punti di vista diversi o opposti ai propri, di adattarsi alle nuove situazioni e di cambiare o accettare facilmente i cambiamenti dell’organizzazione o dei doveri della mansione.

Attraverso un’assunzione mediante Contratto di Formazione Lavoro (CFL), un contratto a tempo determinato rivolto a giovani diplomati/laureati di età ricompresa fra i 18 e i 32 anni. L’assunzione avviene tramite selezione che comporta il superamento di una prova scritta e di una prova orale. Il Comune procederà ad assumere i candidati collocati utilmente in graduatoria in base almnumero dei posti messi a disposizione.

Per le posizioni che stiamo ricercando, il Contratto di Formazione Lavoro avrà durata di 12 mesi ed è mirato ad agevolare l’inserimento professionale mediante un’esperienza lavorativa che consentirà un adeguamento delle capacità professionali al contesto produttivo ed organizzativo in cui viene svolto. Dopo l’assunzione è prevista una formazione di minimo 20 ore di base relativa alla disciplina del rapporto di lavoro, all’organizzazione del lavoro e alla prevenzione ambientale ed antinfortunistica e una formazione specifica di minimo 30 ore sia teorica che pratica sulle materie relative alla posizione che si intende ricoprire.

Al termine dei 12 mesi vi è la possibilità di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato attraverso una selezione che verterà sia sulla valutazione dell’attività lavorativa svolta e che sulla valutazione del percorso formativo svolto.

Il trattamento economico durante il Contratto di Formazione Lavoro sarà quello previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Funzioni Locali con una retribuzione mensile pari a quella spettante al personale a tempo pieno ed indeterminato appartenente all’Area professionale Istruttori, oltre alla tredicesima mensilità, alle quote di aggiunta di famiglia, se ed in quanto dovute, alle indennità dovute per legge (es. incentivi per funzioni tecniche) o per contratto e agli eventuali elementi retributivi previsti dal contratto collettivo integrativo del Comune di Bollate.

Mensilmente lo stipendio iniziale sarà di circa € 1.782,00 lordi, pari a € 1.400,00 netti.

Diversi i motivi che potrebbero spingerti a lavorare per il Comune di Bollate. Eccone alcuni:

  • Lavoreresti in un posto di lavoro non lontano dalla tua residenza, facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici in quanto servito dalle Ferrovie Nord Milano, con la stazione di Bollate Centro a soli 5 minuti dal Comune. Se vieni al lavoro in auto, invece, è facilmente raggiungibile dall’uscita Baranzate sull’asse autostradale A8/A9 prima della barriera di Milano Nord. Il Comune di Bollate dispone di una propria autorimessa privata situata nel seminterrato del Palazzo Municipale di p.zza Aldo Moro ove potrai parcheggiare la tua auto, moto o bicicletta.
  • Lavoreresti su 5 giorni lavorativi da lunedì a venerdì per 36 ore alla settimana, con orario spezzato dal lunedì al mercoledì (rispettivamente 8/9.30/8 ore con pausa pranzo) e continuato il giovedì (6 ore) e venerdì (4.30 ore).
  • Potresti utilizzare per i tuoi pranzi il servizio mensa direttamente nei locali esterni al Comune a ciò adibiti o usufruire del servizio take-out, preordinando i pasti presso la mensa che li recapiterà poi in comune e potranno essere riscaldati e consumati in spazi a ciò dedicati;
  • Potresti usufruire, attraverso un apposito accordo con il dirigente responsabile e se le attività e l’organizzazione dell’ufficio lo consentono, di almeno una giornata di smart-working alla settimana;
  • Potrai godere di 30 giorni di ferie all’anno più la festività del Santo Patrono che per Bollate è S. Martino (11 novembre); dopo tre anni di servizio i giorni di ferie diventeranno 32.
  • Lavoreresti non per il profitto di un’impresa privata ma per offrire servizi a una comunità.

Con il Contratto di Formazione Lavoro che ti proponiamo, entro 12 mesi potresti avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato che ti darà una sicurezza economica per tutti i tuoi progetti di vita futura. E se vorrai proseguire i tuoi studi e frequentare l’università, potrai utilizzare i permessi retribuiti del Diritto allo studio pari a 150 ore per ciascun anno solare e per i giorni di esame ulteriori 8 giorni di permessi retribuiti;

Se sei interessato ad approfondire quanto ti proponiamo, inviaci una email a personale@comune.bollate.mi.it indicando il tuo interesse per una delle due posizioni proposte. Non dimenticare di scrivere i tuoi dati personali e di contatto telefonico e di email.

Ti invitiamo fin da ora ad un momento di incontro e approfondimento che si svolgerà il 9 settembre alle ore 10 nella a sala Consiliare del Comune di Bollate, piano terra del Municipio di p.zza Aldo Moro. In quella occasione potrai conoscere le persone che potrebbero essere i tuoi futuri responsabili e fare tutte le domande che ritieni in merito alle posizioni di lavoro proposte.

Arrivederci a settembre!

Leggi il documento integrale di Presentazione di percorso di formazione-lavoro